IN CULO ALLA MAFIA. Ignazio Cutrò, un testimone che ha cambiato le cose

IGNAZIO CUTRÒ è un testimone di giustizia. Che non è un pentito. I pentiti sono degli ex mafiosi. I testimoni, invece, sono cittadini onesti che hanno denunciato la mafia e che per questo hanno messo a repentaglio la propria vita.

Questo l’incipit che descrive IN CULO ALLA MAFIA, libro di Emanuele Cavallaro, edito da Caracò per la collana Storie/Testimoni di Caracò Editore.

Ignazio è il presidente dell’associazione Testimoni di Giustizia. Una associazione che non dovrebbe esistere, secondo qualcuno. Molti di loro vivono in località protetta, con nuove identità. Cutrò, invece, è rimasto piantato nella sua terra, tra le pesche di Bivona (AG) dove faceva l’imprenditore: lì dove qualcuno, a furia di incendi dolosi, voleva convincerlo ad arrendersi.

Ignazio non si è arreso: si è battuto per i diritti dei Testimoni e ha vinto battaglie importanti. Ora come non mai, non deve sentirsi solo.

I ricavi della vendita saranno devoluti per il sostegno di progetti di educazione alla legalità.

Il libro è disponibile online cliccando qui e si può ordinare in libreria.