Caracò per “Il Viaggio Legale”: laboratori teatrali di impegno civile per gli studenti

Pubblicata il giorno 5/02/2013

Caracò non è solo una casa editrice, ma è anche un laboratorio culturale. Con l’inizio del 2013 è partito infatti “Il Viaggio Legale”, un laboratorio di Teatro d’impegno civile per le scuole superiori sui temi della cultura della legalità e della cittadinanza attiva ideato e condotto da Alessandro Gallo e Maria Cristina Sarò. Lo spettacolo teatrale che sarà realizzato dagli studenti di due istituti superiori delle provincie di Bologna e Modena, debutterà in anteprima nazionale il 14 marzo al Festival TeatroLab (www.centroetoile.eu) di Reggio Emilia.

“Il Viaggio Legale” presso ITCS Gaetano Salvemini di Casalecchio di Reno (BO)

VINCITORE DEL FESTIVAL TEATRO LAB DI NOVELLARA COME MIGLIOR SPETTACOLO A SFONDO SOCIALE

Il viaggio legale vuole essere una metodologia conoscitiva e rielaborativa di dati e fenomeni, ampiezze e parametri, possibilità e scelte. Attraverso uno studio attento e partecipato dell’informazione e dei protagonisti dell’informazione, i partecipanti al percorso avranno a disposizione gli strumenti per muoversi, appunto, all’interno del territorio della legalità. Questi strumenti, di tipo giornalistico-letterario-documentaristico- memorialistico, serviranno per sintetizzare, rielaborare, ricalcolare un percorso di affinità e congetture intorno alla problematica sopra citata. Un viaggio vero e proprio con tutta la fame della scoperta e il rossore di un orizzonte nuovo.

- “Rasa, un sinonimo di ricostruzione” presso il Liceo Morandi di Finale Emilia (MO)

In dialetto emiliano romagnolo la parola rasa si traduce in italiano con la parola resina. La resina è una sostanza che gli alberi producono per difendersi. Partendo dalla metafisica del corpo e del pensiero vogliamo esplorare attraverso il Teatro la reazione umana al dolore, alla sofferenza alla perdita di ogni foglia come di ogni certezza L’evento sismico che ha colpito l’Emilia Romagna non ha provocato solo danni e crolli, ha anche scatenato reazioni. Reazioni umane che noi vogliamo chiamare resina. Indicando la sostanza ma anche la capacità che i ragazzi di questa Emilia Romagna possono trovare, attraverso lo strumento del teatro, per chiudere le ferite nella corteccia come quelle provocate dal distacco di un ramo.

Blog&News: Blog


Privacy Policy