Salvo e Sara, una storia ricca di significato per omaggiare la memoria di Falcone e Borsellino

Pubblicata il giorno 21/05/2014

Salvo e Sara, una storia ricca di significato per omaggiare la memoria di Falcone e BorsellinoIn occasione del ventiduesimo anniversario delle stragi di Capaci (23maggio) e via D’Amelio (19 luglio), abbiamo deciso di omaggiare la memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con “Salvo e Sara. Palermo 92″ di Maria Cristina Sarò.

È maggio. È il 1992. Salvo e Sara si rincorrono dentro una Palermo pronta ad esplodere come un bacio che fa male. È il 23 maggio, la strage di Capaci, le strade sono piene di gelsomino e di pianto. È l’attimo della bomba e della bocca di due picciriddi che scoprono l’amore dentro l’orrore. Salvo e Sara si baciano da Maggio a Luglio, e di nuovo la loro città in via D’Amelio esplode d’orrore e di lacrime. Si aggrappano l’uno all’altro come i rami del gelsomino ad un muro umano di pianto. Salvo e Sara si rincorrono dentro Palermo e si baciano pur di non piangere. Decidono di diventare grandi, lasciano alle spalle la paura e si promettono ogni bene.

Il libro sarà disponibile gratuitamente in formato eBook su qualsiasi piattaforma e in qualsiasi formato a partire dal 23 maggio.

Clicca qui per la scheda libro

 

Blog&News: News

Tags: , , , , ,


Privacy Policy