“Morti favolose di animali comuni” va in ristampa!

Pubblicata il giorno 30/06/2014

Morti favolose di animali comuni va in ristampa!Ad un mese dall’uscita è letteralmente andato a ruba, così, oggi “Morti Favolose di Animali Comuni” di Renato Polizzi è in ristampa pronto ad invadere le librerie.

“Morti favolose di animali comuni” è un simpatico bestiario che, rifacendosi alla tradizione delle storie naturali degli antichi e dei bestiari medievali, indaga sull’unica parte della vita degli animali che rimane ancora oggi un mistero: la loro morte.

E’ così che l’autore si chiede: “Chi sa come muoiono i piccioni. Se per terra o in volo. Che a dirla così sembra una domanda come un’altra, anche piuttosto stupida, ma se ci pensate bene, proprio stupida non è.”

È bastato allargare la domanda a tutte le altre specie animali che, a Renato Polizzi, gli si è aperto un mondo. Fino ad allora infatti per l’autore la gallina moriva per brodo e il maiale conosceva tre tipi di morti: per salsiccia, per sugo e per sugo ristretto. Per non parlare poi del mondo marino: il dentice, ad esempio muore in crosta di sale e patate prezzemolate ai matrimoni”.

Quella di Polizzi è un’indagine di pura fantasia in cui scopriamo, per esempio, che lo scarafaggio fa una morte Kantiana, il camaleonte una morte liberatoria, la morte del cammello è paesaggistica, quella del castoro bianca, quella del cavallo è una morte equestre o bovina. Un bestiario cialtrone come una storia naturale antica, scientifico come un oroscopo. Uno zoo immaginifico abitato da galline, aironi, cavalli, mucche indiane, cammelli, pinguini, diciotto morti “favolose” di animali ed una nota sulla morte più imprevista, quella dell’autore del libro.

Clicca qui per aprire la scheda libro

Morti favolose di animali comuni va in ristampa!

Blog&News: Homepage


Privacy Policy