Si è spento Giuseppe Casarrubea, tra gli autori di Dove Eravamo

Pubblicata il giorno 8/06/2015

Si è spento Giuseppe Casarrubea, tra gli autori di Dove EravamoNella giornata di ieri, domenica 7 giugno, è scomparso lo storico Giuseppe Casarrubea, una delle persone che hanno contribuito maggiormente all’analisi storica dell’intreccio tra mafia, fascismo e servizi deviati dello stato.

Casarrubea nel 2012 aveva accettato di pubblicare un suo contributo all’interno di Dove Eravamo, il libro curato da Massimiliano Perna nel ricordo del ventennale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio. E proprio con le parole di Massimiliano Perna che lo aveva fortemente voluto in Dove Eravamo, decidiamo di rendere omaggio a Giuseppe Casarrubea:

“Quando, nel 2011, ho deciso di realizzare il libro “Dove Eravamo – Vent’anni dopo Capaci e via D’Amelio”, pubblicato a maggio del 2012, dovevo scegliere 20 testimoni a cui far raccontare come hanno vissuto quel momento, o semplicemente testimoniare liberamente il proprio pensiero e le proprie emozioni. Ho pensato che ci volesse assolutamente anche un punto di vista storico, qualcuno che inquadrasse il contesto e anche il percorso della mafia in Sicilia. Il nome mi venne in mente subito, senza indugi: Giuseppe Casarrubea.

Storico eccellente, uomo libero, con una capacità immensa di affondare le mani e il pensiero dentro i segreti della storia italiana e siciliana e in particolare quella della mafia. “Occorre conoscere il passato per dare risposte al futuro”, era la frase che aveva impresso sulla home del suo blog: molte risposte le abbiamo avute proprio dalla conoscenza del passato che lui ha messo a nostra disposizione. Dallo sbarco a Portella della Ginestra fino alle stragi del ’92, il suo punto di osservazione ha offerto, a chi ha avuto la fortuna di leggere i suoi libri, le riflessioni e i suoi scritti affidati al suo blog, una chiave di lettura più chiara e compiuta dell’ultimo secolo di storia.
Libri che avevo letto grazie all’immensa libreria di casa, quella nella quale mio padre ha realizzato anche un ampio settore alla storia della Sicilia e della mafia e ai segreti di Stato che l’hanno caratterizzata. Casarrubea non poteva mancare ed era sicuramente fra i più apprezzati proprio per l’acume e la credibilità delle sue indagini storiche.
Il suo sì immediato ed entusiasta alla mia proposta di essere tra i 20 testimoni del libro mi riempì di gioia e orgoglio. La sua testimonianza è stata preziosa, appassionante, avvincente, impeccabile come sapevo che sarebbe stata.
In questi giorni, avrei dovuto comunicargli la notizia della ristampa (anche se per adesso in e-book) di Dove Eravamo, ma come a volte capita, per via di continui impegni, ho rinviato la scrittura della mail a giorni di maggiore calma. Purtroppo quando si rinvia qualcosa può accadere di non avere più il tempo di farla e così il professore è andato via prima.
Ed è una grande perdita per la cultura italiana, per la Sicilia, per Partinico.
Sono profondamente dispiaciuto per questa notizia e onorato di aver condiviso con lui un’importante esperienza culturale e antimafiosa. Ci mancherà.”

Blog&News: Homepage


Privacy Policy