Home Page

La Cooperativa sociale “Calicanto” dalla lotta alle illegalità al lavoro come strumento di riscatto.

La Cooperativa sociale "Calicanto" dalla lotta alle illegalità al lavoro come strumento di riscatto.Giovanni Falcone apre la porta a Stanley Kubrick. Einstein armeggia con il condizionatore d’aria e Ludovico Ariosto gli legge le istruzioni mentre l’apostolo del socialismo Camillo Prampolini osserva severo la scena affacciandosi da una nuvola come un santo nei cieli della Cappella Sistina. Sono solo alcuni dei sorprendenti e surreali affreschi realizzati con stile “street art” sulle pareti e i soffitti della storica gelateria di vicolo del Folletto, a Reggio Emilia. L’ex Romana – oggi di proprietà della “Fattoria Monte Bebbio” – da quest’anno è stata data in gestione alla cooperativa sociale “Calicanto” che si occupa di ragazzi svantaggiati e inclusione sociale. Stessa affidabile qualità (il latte è quello a km zero di Carpineti), stessa affabilità ma con un qualcosa in più: un’attenzione alle problematiche del disagio giovanile e al lavoro come strumento di riscatto, che rende i gelati davvero molto più buoni. Per “contenere” un’idea così rivoluzionaria, anche l’ambiente è stato rivoluzionato e i valori di “Calicanto” – ma anche i sogni dei suoi ragazzi – sono stati raccontati attraverso una carrellata di personaggi-simbolo.

La prova del fuoco, per i giovani della coop, sarà l’iniziativa da loro “adottata” nell’ambito della Settimana della Legalità “NoiControLeMafie”. Oggi, lunedì 13 maggio, dalle ore 17 alle 19, presso Palazzo Magnani si terrà un incontro con lo scrittore Roberto Mistretta, autore de “Il miracolo di Don Puglisi”, che converserà con Antonio Nicaso, direttore scientifico della manifestazione. “Calicanto” offrirà l’aperitivo, avvalendosi dell’opera dei ragazzi che hanno seguito il “Corso di caffetteria” presso il Centro di formazione professionale “Alberto Simonini” di Reggio Emilia.

La coop è nata nel 2011 con l’obiettivo di creare un percorso formativo e uno sbocco professionale per disabili e giovani adulti. Il progetto è finanziato dalla Provincia da tre anni”, ci spiega Manuela Rocco, direttore della Fondazione Simonini, aggiungendo che l’obiettivo iniziale era quello di occuparsi di “restauro e vendita di prodotti vintage e di design”. La sede della coop si trova a Buco del Signore, nei locali del “Simonini”. “Da vent’anni occupiamo anche di disabilità nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro – racconta la direttrice -. Con “Calicanto” abbiamo cercato di creare una nuova tipologia di servizio che consentisse di valorizzare le competenze acquisite dai ragazzi in uscita dal percorso scolastico/formativo: maggiorenni, molto spesso si trovavano ad essere inseriti in strutture non adeguate alle loro abilità”, quali i centri diurni, spesso frequentati da anziani: “Sono situazioni che provocano regressioni nei ragazzi”. Così è nata “Calicanto”: giuridicamente indipendente, ma di fatto sotto l’ala protettiva della Fondazione che, ad esempio, ha assegnato ad essa l’appalto per le pulizie e la gestione di un Cral interno. I lavoratori (dai 18 ai 58 anni) sono l’ucraina Natalie (si occupa delle pulizie) e tre dipendenti con altre mansioni; un tirocinio terapeutico-occupazionale e svariati contratti a voucher, attivati per disabili che danno un supporto nel servizio clienti alla gelateria. In prima linea il gelataio Gaber El Shafei con la moglie Sanaa.

La coop è presieduta da Adrio Vezzani (padre di una ragazza disabile), Attilio Gambetti (si occupa dell’amministrazione) e dalla Rocco. Su tutti veglia – un po’ come il Prampolini sul soffitto della gelateria – il senatore Giuseppe Amadei, che della Fondazione è presidente.

La Cooperativa sociale "Calicanto" dalla lotta alle illegalità al lavoro come strumento di riscatto.Nella gelateria anche le tovagliette e i menu sono prodotti dalla coop, che utilizza pregiati pellami di risulta donati da un’azienda di Rubiera che produce poltrone da dentista. “L’idea è stata quella di declinare il rispetto per l’ambiente al sociale – spiega Rocco – Ci sono temi che per noi sono centrali: un altro è quello della Legalità, del rispetto delle regole. Ed è per questo che abbiamo voluto dare un contributo a “NoiControLeMafie” ed è per questo che martedì 14 parteciperemo con una classe ad un evento. Come Fondazione siamo impegnati in prima linea: stiamo anche fungendo come centro-campione per un’indagine dell’Università di Modena e Reggio su giovani e legalità. Tanti dei nostri hanno un background d’insuccessi scolastici, descolarizzazione, provano rifiuto verso le istituzioni e l’apprendimento, il machismo li affascina; sono per lo più maschi post-adolescenti: una fascia d’età davvero difficile. Noi combattiamo la dispersione scolastica, ancora troppo elevata in Italia”.

Su 82mila studenti nella provincia di Reggio, 600 sono gli iscritti alla formazione professionale – sottolinea Rocco – Noi abbiamo 90 studenti. Facciamo un forte lavoro d’inclusione e sulla legalità. E’ un compito arduo, perché operiamo con fasce ad alto rischio di disagio”. Un ragazzo, addirittura, ha scritto che da grande vorrebbe diventare un “box” (cioè un “boss”) e c’è chi chiede stupito perché la gelateria non paghi il pizzo… Quali sono le strategie per dare a questi giovani un futuro migliore? Rocco non ha dubbi: “Il coinvolgimento e la responsabilizzazione. Sono stati rifiutati, noi li includiamo. Hanno comportamenti da bulli, strafottenti e scorretti? Invece di sospenderli (cosa che farebbe loro piacere), li coinvolgiamo in lavori socialmente utili e li inseriamo nei progetti di “Calicanto”: quando fanno supporto e si prendono cura ai loro coetanei disabili, riescono a tirare fuori capacità e delicatezze incredibili. A contatto con persone più svantaggiate di loro, investiti di un ruolo di rilievo, capiscono l’importanza di ogni loro singola azione e cambiano comportamento”.

FRANCESCA CHILLONI

Pubblicata il giorno 13/05/2013



    Organizzato da
    Associazione Culturale Caracò

    Promotore
    Con il patrocinio di
    In collaborazione con

    I Partners che collaborano a Noicontrolemafie 2014