Caracò si occupa di editoria, formazione, teatro, eventi educational e progetti video per il sociale.

Caracò in napoletano arcaico vuol dire chiocciola il nostro nome e il nostro simbolo sono il legame
tra ciò che appartiene alla tradizione e il nostro presente.

Caracò vuol dire raccontare la realtà, lavorare sul presente, promuovere autori e formare nuovi
lettori, eleggendo scuole e circuiti alternativi a nuovi punti di incontro.
Caracò vuol dire darsi uno statuto etico, diventare un vero e proprio osservatorio civile dove teatro
e letteratura possano incrociarsi e produrre un’idea di cultura accessibile e originale.
Caracò vuol dire nuove sfide, crediamo nel lavoro, nelle idee, nella collaborazione. vogliamo essere
e formare testimoni, sia tra chi sceglie di scrivere per noi una storia, sia tra chi decide di leggerla.

Caracò si Occupa di editoria, formazione, teatro,
eventi educational e progetti video per il sociale.

Direzione
Alessandro Gallo

Art director e multimedia design
Carmine Luino

Coordinamento
Lidia Battilo

Cura editoriale
Serena Bella

Comunicazione
Chiara Giovannone

Responsabile editoria digitale
Alessandro Pecoraro

Segreteria e Amministrazione
Elena Cassoli

Videomaking
Salvatore Lento, Davide Pippo

Formazione
Carlo Caracciolo
Giuseppa Catapano
Miriam Capuano
Lorenzo Garozzo
Giulia Pizzimenti
Ada Roncone
Marco Ziello